Colesterolo

Il colesterolo è un lipide prodotte dal fegato o alimentati con la dieta. L’eccesso di colesterolo, o ipercolesterolemia, non è una malattia in sé, ma un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari.

Definizione

Il colesterolo è un lipide (grasso sostanza) prodotto per due terzi dal fegato e portato per un terzo dalla dieta. Quando il livello di colesterolo nel sangue è troppo alto, è chiamato ipercolesterolemia.

L’ipercolesterolemia è parte della dislipidemia (anomalia del contenuto di grasso nel sangue). A volte è accompagnato da un aumento di altri acidi grassi, come i trigliceridi: questo è chiamato dislipidemia mista.

Entrambi i tipi di ipercolesterolemiaEntrambi i tipi di ipercolesterolemia

Due tipi di ipercolesterolemia possono essere distinte in:

– la forma familiare, che è frequente nell’infanzia e può essere fatale a causa di gravi complicazioni cardiovascolari;

– non familiare (i cosiddetti essenziali).

L’eccesso di colesterolo non è una malattia in sé, ma è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari ( infarto del miocardio , ictus …). La sua associazione con il tabacco, l’obesità, il diabete, lo stress e / o la pressione alta aumenta il rischio.

Cause

Ci sono diversi fattori di rischio in essenziali di ipercolesterolemia :

– tabacco;

– inattività fisica ;

– una dieta ricca di grassi saturi (carni grasse, dolci …) che aumentano il colesterolo cattivo (colesterolo LDL);

– una predisposizione genetica;

– alcune malattie (diabete di tipo 2, l’insufficienza renale cronica, ipotiroidismo,…).

Gli uomini sopra i 50 anni di età e le donne di oltre 60 anni di età sono a rischio maggiore di sviluppare una essenziale ipercolesterolemia .

SINTOMI

Il colesterolo in eccesso , o ipercolesterolemia , è spesso asintomatica (senza sintomi) e scoperto durante un esame del sangue di routine di monitoraggio.

Cardiovascolari manifestazioni associati con l’eccesso di colesterolo generalmente si verificano in ritardo forme essenziali, di ipercolesterolemia, ma presto nella famiglia forme:

– infarto del miocardio;

– angina pectoris;

– arteriopatia degli arti inferiori (ostruzione delle arterie degli arti inferiori);

– corsa …

In alcuni casi, soprattutto nelle forme familiari, ci sono manifestazioni a causa di depositi di colesterolo, quali:

– xanthélasma delle palpebre (piccola macchia gialla);

– un senile o gerontoxon arco (opacità della cornea a forma di arco);

– xantomi (punti gialli) cutaneo o di un tendine (che colpisce i tendini) …

La consultazione di un medico è necessario per la cura del caso.

Consigli di prevenzioneConsigli di prevenzione

Per evitare un eccesso di colesterolo, è fondamentale seguire alcuni consigli:

– adottare una dieta equilibrata, a basso contenuto di acidi grassi saturi (da consumare con moderazione, carni grasse, dolci …);

– in favore di acidi grassi contenuti nel pesce grasso, oli vegetali …;

– la cessazione del consumo di tabacco;

– la pratica regolare di attività fisica;

– il trattamento di alta pressione sanguigna o associati diabete per ridurre il rischio cardiovascolare.

In assenza di un fattore di rischio associato, si consiglia di prendere un primo colesterolo valutazione all’età di 40 anni per un uomo, di 50 anni, per una donna, e successivamente ogni cinque anni.

Analizza – Recensioni

Per confermare la diagnosi di ipercolesterolemia, è necessario effettuare un sangue biologica check-up dove sarà misurato:

mondiale del colesterolo;

Di colesterolo HDL ( il colesterolo buono, utile per la degradazione del colesterolo in eccesso);

– Colesterolo-LDL ( colesterolo cattivo che può depositare sulle pareti delle arterie e formare delle placche di aterosclerosi che ostruiscono i vasi sanguigni).

Un trigliceride dosaggio è generalmente associato.

Un livello di LDL superiore a 1,6 g / l è considerato elevato. Tuttavia, in assenza di qualsiasi altro fattore di rischio, un valore di 2,20 g / l è tollerato. Con un fattore di rischio, si raccomanda di non superare 1.9 g / l.

Trattamenti

Il trattamento di un eccesso di colesterolo nel sangue varia secondo il sesso, l’età, l’esistenza di associati fattori di rischio cardiovascolare (diabete, inattività fisica, obesità, tabacco, ipertensione …) e una storia familiare di ipercolesterolemia.

Per abbassare il colesterolo, si comincia con l’adozione di una dieta adattata : equilibrata, a basso contenuto di grassi saturi e preferendo gli acidi grassi insaturi contenuti nell’olio di oliva, di colza, di pesce grasso …

Il trattamento può includere anche di riduzione dei lipidi farmaci che riducono il colesterolo:

– le statine : molto prescritti, ostacolano l’azione di un enzima utilizzato dal fegato a produrre il colesterolo;

– fibrati , per aumentare l’eliminazione del colesterolo attraverso i dotti biliari;

– acido di bile leganti , o resine, fix bilaterali grassi nell’intestino, che impedisce l’assorbimento del colesterolo da parte dell’organismo …

Nell’ipercolesterolemia familiare, la terapia farmacologica può iniziare fin dall’infanzia.

Epatica e del trapianto è necessario a volte in forme gravi. Regolare follow-up medico è indispensabile.

Oltre a un adeguato anti-colesterolo trattamento, la fitoterapia e l’aromaterapia può essere utile.

FitoterapiaFitoterapia

Di frutta o verdura cure sono particolarmente utili, in aggiunta alle prescrizioni anti-colesterolo trattamenti e la dieta seguita:

– foglie di carciofo: cucinare come per mangiare, raccogliere l’acqua di cottura, filtrare e bere tiepida, una tazza al giorno ;

– ortica foglie e fiori: cuocere gli spinaci per consumare una volta al giorno. Per 20 giorni al mese;

– tarassaco foglie e boccioli di primavera: per essere consumati quotidianamente in insalata con olio e limone, senza aceto);

– cipolla cruda: uno ogni mattina;

– apple del Canada: mangiare cruda mela al mattino a stomaco vuoto con la sua pelle (dopo averlo lavato). Da una cura di 15 giorni al mese.

In infuso: foglie di betulla. Mettere 30 g in 1 litro di acqua, lasciare in infusione 10 minuti, filtrare. Una o due tazze al giorno, la stagionatura, almeno 20 giorni, un mese.

In infuso: radici di tarassaco. Mettere 100 g in 1 litro di acqua, portare ad ebollizione per 10 minuti, filtrare. Una o due tazze al giorno, la stagionatura, almeno 20 giorni, un mese.

Aromaterapia

Contro LDL-colesterolo : l’olio essenziale di carota, limone, italiano helichryse, 1 goccia di ciascuno un cucchiaino di omega-9 olio di oliva, 2 a 3 volte al giorno.

Trattare voi stessi in modo diverso

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *